Carabinieri-Rende-1.jpg

 

Nel fine settimana i carabinieri di Rende hanno effettuato una serie di controlli sul piano dell’azione di contrasto alla diffusione di sostanze stupefacenti. In particolare, i militari dell’Aliquota Radiomobile del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Rende hanno arrestato per il reato di “Detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti” un 26enne cosentino residente a Rende. I militari operanti hanno controllato il giovane a bordo della propria autovettura e, a seguito di perquisizione personale rinvenivano, celato nella tasca dei jeans, un involucro in cellophane contenente 1 grammo di cocaina. Dalla successiva perquisizione domiciliare è stato rinvenuto un bilancino di precisione con accanto un peluche aperto sul retro. Da un’ispezione i militari hanno trovato nel porta batterie del giocattolo un altro involucro in cellophane contenente 18 grammi di cocaina. Il giovane è stato tradotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari.

I militari della Stazione Carabinieri di San Pietro in Guarano hanno denunciato per il reato di “Detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti” un 33enne di Lamezia Terme. I militari operanti a seguito di perquisizione all’interno della camera dell’uomo, ospite, in regime di arresti domiciliari, all’interno di una comunità terapeutica di Castiglione Cosentino, rinvenivano occultata nel cassetto del comodino una confezione di “Metadone” e 2 siringhe contenenti sostanze stupefacente.

Sul piano dell’azione di contrasto all’uso di alcool durante la guida: i militari dell’Aliquota Radiomobile del Nucleo Operativo e Radiomobile di Rende, hanno deferito in stato di libertà per il reato di “Guida in stato di ebbrezza” una 45enne (1,31 g/l) e un 26enne (1,24 g/l) di Rende, un 27enne (0,87 g/l) di Lago e un 25enne (1,12 g/l) di Aprigliano. I quattro automobilisti, a Rende, sottoposti ad accertamento etilometrico, sono risultati positivi con un tasso alcolemico superiore ai limiti previsti dalla legge. Le patenti venivano ritirate e le autovetture affidate a persone idonee alla guida.

leggi altro Redazione Telejonio
altro cronaca

vedi anche

Chiaravalle Centrale, fondi per la depurazione: siglato l’accordo con la Regione

Chiaravalle Centrale, fondi per la depurazione: siglato l’accordo con la Regione Sig…