Una foto, due giovani che si stringono la mano e una proposta che sarà svelata solo tra qualche giorno…
“Uniti si vince!”. All’ombra dei vecchi campanili, due giovani sorridenti si stringono la mano e lanciano la loro personale idea di conurbazione. Non più entità comunali separate, nelle idee e nelle proposte… Un progetto che sveleranno, però, solo tra qualche giorno. Ma tant’è. La loro provocazione è utile per tornare su un argomento che interessa tutti, ma proprio tutti in Calabria. A cominciare da Rende e Cosenza, entità già conurbate di fatto. per passare, in provincia di Catanzaro, all’area del Soveratese ad esempio. Senza dimenticare la jonica reggina: la Locride in modo particolare. Insomma, l’argomento è caldo e interessa la politica, l’economia, il commercio. Negli ultimi anni il tema della fusione dei comuni è progressivamente riaffiorato nel discorso pubblico, in quanto l’istituto della fusione è concepito come uno strumento per consentire ai comuni una più funzionale gestione delle risorse pubbliche ed una reale efficacia delle prestazioni erogate a vantaggio delle proprie comunità. In tale contesto, il legislatore ha introdotto degli strumenti finalizzati a facilitare i percorsi di fusione, consentendo anche ai cittadini di promuovere l’iniziativa per la fusione dei comuni. “Ma la conurbazione – suggeriscono i protagonisti dello scatto fotografico – deve essere intesa soprattutto come un progetto di sviluppo socio economico. Un’opportunità di emancipazione sociale ed economica  capace di portare benessere e lavoro”. Ne sapremo di più, nei prossimi giorni…
conurb.jpg
leggi altro Redazione Telejonio
altro cronaca

vedi anche

Chiaravalle Centrale, mercoledì la presentazione del libro di Anna Macrì “Malamore”

“Malamore, quando il male marchia il ventre delle donne”. E’ il titolo del libro di …